Intellettuale

Esplorare le possibilità

Da sempre, la dimensione intellettuale è considerata essenziale per ogni nostro ministero. Durante il periodo di formazione riceviamo gli strumenti necessari per imparare a riflettere in maniera approfondita e sistematica  sulla condizione umana alla luce del vangelo, per individuare le motivazioni di fondo, spirituali, psicologiche, sociali  economiche e politiche  che muovono gli uomini del nostro tempo ed elaborare proposte nuove e adeguate per integrare il servizio alla fede con la promozione della giustizia in tutti i suoi aspetti.

Apprezzare il buono già presente

Il nostro metodo di inculturazione parte dal presupposto che l’umanità nel suo modo di vivere è sempre espressione, consapevole o meno, della sua figliolanza divina e quindi merita di essere rispettata e avvicinata con attenzione per capire come lo Spirito si manifesta in essa e genera un bene che con le nostre categorie non possiamo cogliere immediatamente. Siamo così stimolati a studiare pazientemente a fondo i contesti in cui viviamo piuttosto che demonizzarli o giudicarli a priori per scoprire e percorrere vie inedite che portano al Signore.

Elaborare nuovi linguaggi

Attenti alle novità e all’innovazione, cerchiamo di ricomprendere la nostra fede nel mondo che cambia. Lavorare con nuovi linguaggi e adottare nuove prospettive è un esercizio che mette continuamente in discussione le nostre convinzioni e ci stimola a riformularle non a partire da schemi precostituiti, ma da esperienze vive e attualizzate. Impariamo così a pensare non in modo astratto, per concetti, bensì in modo relazionale.