Spirituale

Alla ricerca del meglio possibile

Nella visione ignaziana del mondo non c’è spazio per la mediocrità. Il nostro celebre motto, “Ad maiorem Dei gloriam”, riassume tutto il nostro slancio spirituale. Il nostro agire è connotato da questo “magis”, una tensione viva che ci ricorda come sia sempre possibile fare un passo avanti rispetto a dove siamo arrivati, perché il nostro camminare corrisponde al manifestarsi sempre più esplicito della gloria di Dio. Con il discernimento degli spiriti impariamo a riconoscere il bene che abita in ciascuna situazione e a scegliere quella che guida al bene maggiore.

Esercizi Spirituali

Gli Esercizi Spirituali, frutto dell’ispirazione del Signore colta dal genio spirituale di Ignazio, è la sorgente che genera il nostro modo di rapportarci al Signore, a noi stessi e al mondo. E’ un tempo fuori dall’ordinario che ci permette di rientrare nella realtà con gli stessi sentimenti di Cristo. E’ un itinerario strutturato e personalizzato che consente di rimettere ordine nella nostra vita e ritrovare il centro propulsore del nostro agire: la relazione viva con il Risorto.

Meditazione

E’ la meditazione personale della Parola di Dio. Un tempo quotidiano di silenzio interiore dove il vissuto quotidiano, fatto di impegni, relazioni e situazioni, viene immerso nella Parola e il cuore risuona in base alle corde che vengono toccate. L’esercizio paziente di questo modo di pregare permette di distinguere le varie “mozioni spirituali” che orientano il cuore e lo muovono all’azione. Attraverso di esse possiamo riconoscere la voce dello Spirito dentro di noi in modo da assecondarla lì dove ci vuole portare. Ci esercitiamo così nell’arte del discernimento.

Esame di coscienza

Non si tratta di ripensare al giorno passato e giudicare come buono o cattivo quello che abbiamo fatto. L’esame di coscienza serve piuttosto a recuperare lo sguardo benevolo con cui Dio guarda la nostra vita e riversarlo nella giornata appena trascorsa. Affiorano così i luoghi di consolazione e desolazione della nostra quotidianità che mostrano come la nostra libertà si gioca nelle diverse situazioni, ora corroborandosi ora deteriorandosi. Il nostro vissuto, avvolto dall’amore del Padre, si unifica attraverso il ringraziamento o la richiesta di perdono che partono dal cuore.