Educazione

Sviluppare le capacità personali

La nostra tradizione ignaziana ha rielaborato nel corso dei secoli una pedagogia basata su libertà, potenzialità e responsabilità della persona. Al centro non sta l’insegnamento, con un programma da svolgere, bensì il processo di apprendimento dello studente. L’educazione non è vissuta come uno sforzo per raggiungere traguardi al di sopra delle proprie possibilità, ma come cammino graduale di espressione ed espansione della propria persona che si riconosce unica.

La relazione educativa ignaziana

Gli alunni dei nostri collegi sono accompagnati attraverso la “cura personalis” dei docenti. Crescono nella percezione che il loro diventare adulti è considerato un valore inestimabile. L’apprendimento cooperativo li sollecita a lavorare insieme condividendo opinioni, idee e fatiche. In questo clima stimolante, emerge l’eccellenza specifica di ciascuno e matura la consapevolezza che l’amore è il vero motore che muove la storia dell’umanità. La dimensione spirituale aiuta a riconoscere che lo Spirito è la fonte ispirativa della loro intelligenza creativa.

Persone con e per gli altri

Il modello pedagogico ignaziano si basa su un’antropologia cristologica. La figura di Gesù che cammina per il mondo, incontra persone di diversa estrazione e le accoglie a partire dai loro bisogni: questo è il modello di essere umano che vogliamo formare. Leader al servizio del cambiamento che sappiano scorgere talenti e potenzialità delle persone e riescano a trasformarle in risorse per il bene comune. Leader che sappiano raccogliere e valorizzare il grido per l’ingiustizia che viviamo e trasformarlo in forza propulsiva per una società più rispettosa della dignità umana.