gesuiti.it
Provincia d'Italia della Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+

Un nuovo inizio

Il 20 maggio del 1521 Iñigo dà prova della sua caparbietà e destrezza accorrendo a difendere il castello di Pamplona assediato dalle truppe francesi. Ma quella battaglia, a cui il suo spirito e la sua indole tendevano, gli diviene fatale e un colpo di cannone lo ferisce gravemente alle gambe. Così egli stesso racconta nell’Autobiografia: “Dopo un lungo tambureggiare delle batterie una bombarda lo colpì alle gambe, rompendogliene una in più punti e ferendo malamente l’altra. Caduto lui, quelli della fortezza si arresero subito ai Francesi”. Nell’animo di Iñigo la ferita alle gambe, con il rischio di rimanere paralizzato, e la presa della fortezza assumono la sconfitta del suo mondo e forse anche del suo orgoglio, che rimane intaccato profondamente.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni