Passa al contenuto principale
Gesuiti
Gesuiti in Italia, Albania, Malta e Romania
News
Gesuiti News Preghiera Selva: famiglie insieme per imparare a “vedere”
Preghiera

Selva: famiglie insieme per imparare a “vedere”

Nel cuore dell’Anno Ignaziano, il 12 marzo, ha avuto inizio a Selva il corso per famiglie. “Una data significativa, che ci ha orientato alla scelta del tema” sottolinea Maria Grazia Prandino. Con il marito Umberto Bovani e p. Beppe Lavelli, hanno guidato la proposta. Dalla caduta di Saulo, alla ferita di Ignazio, il focus sul verbo “vedere” è stato offerto attraverso alcune lectio di padre Lavelli e riflessioni e spunti legati al quotidiano proposte dai coniugi Bovani.

Vedere l’invisibile

“Vedere, scomoda molte prospettive” sottolinea Maria Grazia. “La nostra esperienza credente riguarda o dovrebbe riguardare il vedere l’invisibile, ciò che va oltre uno sguardo solo di superficie, un vedere oltre, in profondità. La fede è credere in ciò che non si vede. La ricompensa della fede è vedere ciò a cui si crede, diceva S. Agostino. 

La dimensione immaginativa

In questa direzione capiamo quanto ci può sostenere ed aiutare la dimensione immaginativa, che è ben altro che un volo pindarico della fantasia. L’uso che possiamo fare delle immagini è fondamentale. Per Ignazio vedere con l’immaginazione, vedere con la vista dell’immaginazione ci permette di entrare dentro il vedere. 

La composizione di luogo determina non solo un’esperienza di sforzo immaginativo ma diventa vera e propria esperienza di conoscenza mistica per capire come il vedere può valere, spesso, più del pensare”.

Le risonanze

“Ho capito che vedere riesce meglio ad occhi chiusi, guardando con il cuore” racconta Marco da Roma, “ho riscoperto l’importanza della leggerezza nella vita di coppia” aggiunge Alberto, da Genova “e l’idea del limite come luogo di relazione” spiega Andrea, di Milano. 

Per Giuseppe, di Latina “nonostante il distanziamento e le mascherine siamo riusciti tra noi a vedere oltre, una sfida condivisa, nella semplicità dei tempi comuni e nelle modalità di ciascuno”. Quindici i nuclei familiari che hanno vissuto a Villa Capriolo l’esperienza comunitaria fino al 19 marzo.

La proposta

I materiali offerti sono scaricabili anche dal sito www.gesuiti-selva.it i Verbi del cammino. Una proposta tra parole bibliche, arte e cinema che nasce meditando la preghiera di Sara e Tobia, a febbraio del 2021, a cinque mani – padre Beppe Lavelli, i coniugi Lopez e i Bovani, questi ultimi animatori delle proposte di spiritualità domestica al Santuario S. Antonio di Boves

Ultime notizie
Esplora tutte le news
Premiata Fe y Alegria di Genova

Il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, durantel’evento organizzato dal Consolato della Repubblica Dominicana a Genova, la direttrice di Fe yAlegria Genova, prof.ssa Mercy Mera… Continua a leggere