Passa al contenuto principale
Gesuiti
Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù
News
Gesuiti News I presepi e la Via Crucis di Maria Lai, alla Facoltà Teologica della Sardegna
News

I presepi e la Via Crucis di Maria Lai, alla Facoltà Teologica della Sardegna

Un seminario per riflettere sulla spiritualità dell’artista Maria Lai in particolare per ciò che riguarda la sua produzione dei Presepi e della Via Crucis. Il significato del rapporto tra arte e teologia in Maria e nella sua produzione artistica unisce il Presepio e la Via Crucis in un’unica ansia verso l’infinito.

Programma

Venerdì 29 ottobre 2021, alle ore 16, nell’aula magna della Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna e in diretta streaming sul canale Youtube della stessa Facoltà, seminario di studi sul tema “arte e teologia” avente per titolo: “Maria Lai. Presepi e Via Crucis: silenzio e vuoto di uno stupore”. Il seminario è organizzato in collaborazione con l’Archivio Maria Lai. Dopo i saluti del Preside della Facoltà, Padre Francesco Maceri SJ, e l’introduzione di Mons. Antonello Mura (Gran Cancelliere della Facoltà Teologica della Sardegna), ci saranno i seguenti interventi: Simona Campus (Università di Cagliari), “Parlare dopo un lungo silenzio è cosa giusta. Finito e infinito nella poetica di Maria Lai”; Elena di Raddo (Università Cattolica di Milano-Brescia), “‘Mistero che si interroga sull’uomo’. I presepi di Maria Lai”; Elena Pontiggia (Accademia di Brera, Milano), “Un filo per la Via Crucis”;  Micol Forti (Musei Vaticani, Città del Vaticano), “Cadere all’insù: i sassi nella Via Crucis di Cardedu”. Modererà l’incontro Giuseppe Lezzi (M77 Gallery – Milano). Intervento finale di Maria Sofia Pisu (presidente dell’Archivio Maria Lai).

Uno sguardo verso l’infinito

Come ha scritto Elena Pontiggia, in Maria Lai il presepio “ha un evidente significato religioso” e allo stesso tempo “esso diventa anche una siepe leopardiana che può suggerire i pensieri più diversi: la meditazione sull’esistenza, il destino, la nascita, la conoscenza, gli affetti, ma anche sul rapporto fra terra e cielo, fra uomini e natura. È un’immagine della famiglia, ma anche del viaggio, di ogni viaggio, non escluso il viaggio della vita […] È la storia di un rapporto fra umano e divino, di un legame con l’infinito che non poteva non affascinare l’autrice di Legarsi alla montagna”.

L’incontro è aperto a chi lo desidera, nel rispetto delle regole previste dal decreto legge sul Green pass, ma potrà anche essere seguito in diretta streaming sul canale Youtube della Facoltà Teologica della Sardegna all’indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=SsivJyBn7cs

In concomitanza con il seminario di studi, nei locali della Facoltà, sarà allestita una mostra tematica di alcune opere dell’artista di Ulassai.

Ultime notizie
Esplora tutte le news