Passa al contenuto principale
Gesuiti
Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù
Storie di vocazione

Mauro Bossi SJ

Contribuire a trovare un modo umano di vivere insieme

Sono nato a Pavia, dove ho vissuto tutta la mia infanzia e adolescenza. Nella mia formazione umana e spirituale è stata fondamentale l’esperienza con gli scout dell’Agesci.

Mauro Bossi SJ, gesuita

Sono nato a Pavia, dove ho vissuto tutta la mia infanzia e adolescenza. Nella mia formazione umana e spirituale è stata fondamentale l’esperienza con gli scout dell’Agesci: lì ho appreso il piacere della vita comunitaria e ho scoperto che il servizio agli altri arricchiva la mia esperienza.

L’incontro con i gesuiti e i grandi desideri

Dopo la maturità mi sono iscritto alla facoltà di Lettere e filosofia. Dopo la laurea ho lavorato come bibliotecario. Durante questi anni di lavoro ho avvertito sempre di più il desiderio di una vita consacrata al Signore. Ho conosciuto i gesuiti frequentando la comunità di Villapizzone a Milano e le attività estive a Selva di Valgardena. Mi hanno attratto i grandi orizzonti che vedevo aprirsi: una comunità diffusa in tutto il mondo, tanti settori apostolici diversi… percepivo che tutto questo sollecitava i miei desideri migliori.

Nel 2006, dopo un periodo di discernimento che comprende anche un tempo nella comunità vocazionale di Bologna, sono entrato in noviziato a Genova.

Gli anni della formazione

Sono seguiti i lunghi anni di formazione. Dal 2008 al 2010 ho studiato filosofia a Padova. Ha fatto seguito un tempo di attività apostolica a Trento, lavorando con la comunità di accoglienza e con alcune associazioni di strada. Un’altra esperienza apostolica significativa che ho portato avanti in questi anni, è stata con l’associazione San Marcellino di Genova, che lavora con persone senza dimora del centro storico del capoluogo ligure.

Dal 2012 al 2015 ho frequentato il triennio di teologia a Parigi. In seguito, ho trascorso un anno di studi ed attività pastorale a Manila, nelle Filippine. Al rientro in Italia, nel 2016 sono stato ordinato sacerdote. Ho trascorso a Roma i successivi due anni, studiando una specializzazione in teologia morale all’Università Gregoriana e collaborando con la pastorale giovanile presso la cappella dell’università La Sapienza.

A servizio del dialogo e della ricerca

Nel 2018 ho iniziato una nuova missione a Milano: redattore di “Aggiornamenti Sociali”, una rivista che si occupa soprattutto di questioni sociali, economiche, politiche, ambientali. Una missione particolare per un sacerdote. Le sue ragioni vanno cercate  in quel patrimonio del magistero ecclesiale chiamato Dottrina Sociale della Chiesa. Rappresenta lo sforzo della Chiesa di cercare, oggi, “il Regno di Dio e la sua giustizia” (Matteo 6, 33). Una Chiesa che non si chiude nel dominio rassicurante delle devozioni, deve assumersi la responsabilità di una parola pubblica, cercando il dialogo con gli altri attori di una società complessa, per contribuire a trovare un modo autenticamente umano di vivere insieme.La seconda fonte è la spiritualità ignaziana: un insieme di modi di “discernere”, cioè di riflettere in vista di una scelta. Questo non vale solo per la vita privata, ma anche per le scelte che ognuno di noi fa in quanto cittadino. Il come ragionare è il punto fondamentale: in un mondo nel quale le comunicazioni sono sempre più rapide ma spesso superficiali, la nostra missione è offrire strumenti per fare scelte libere e consapevoli.

Ultime notizie
Esplora tutte le news