gesuiti.it
Provincia d'Italia della Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+

nasce la rivista “La Civiltà Cattolica”, prima rivista in lingua italiana

L’idea che ispira la fondazione della rivista è quella di entrare in dialogo con la cultura contemporanea al fine di preservare la “civiltà cattolica” dalle provocazioni risorgimentali dei massoni e dei liberali. Per questo si decide di utilizzare la lingua italiana e non il latino per favorire una più ampia divulgazione. Primo direttore della rivista è P. Carlo Maria Curci, ma a volerla è soprattutto Papa Pio IX (in quel momento esule a Gaeta).
Nella rivista possono scrivere solo gesuiti. Ad essa collaborano uomini di grande valore, come il Padre Luigi Taparelli d’Azeglio (fratello di Massimo), il Padre Antonio Bresciani e il Padre Matteo Liberatore.
La rivista ha subito un grande successo: del primo fascicolo, stampato in 4.200 copie, si devono fare sette edizioni successive. Dopo quattro anni la tiratura sale a 13.000 copie: numero notevole per l’epoca, tanto che il tipografo è costretto ad acquistare in Inghilterra una «macchina celere» in sostituzione di quella per la stampa a mano.

Archivio storico

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni